Convui

Azioni Creval, va bene comprarle ora?

La società bancaria Piccolo Credito Valtellinese, anche conosciuta come Creval è una banca popolare nata a Sondrio, in Italia rimasta popolare fino al 2016, quando divenne una società per azioni per essere quotata nella borsa di Milano, la banca è composta da un insieme di altre piccole banche territoriali italiane. Creval opera inoltre in diverse branche distinte tra di loro: la produzione di strumenti di credito, la fruizione di servizi assicurativi e servizi bancari.

Le azioni Creval sono un buon acquisto?                                                  

Nonostante Creval sia uno degli istituti bancari più forti in europa, risente comunque della concorrenza di diverse attività presenti a livello europeo, a tal proposito se vuoi sapere se le azioni Creval sono un buon acquisto visitate pure atobasilicata.it. Tra queste spiccano i nomi di Erste Group Bank, il quale conta circa 15 milioni di clienti sotto di sé, la banca tedesca della Commerzbank e l’istituto di credito inglese della Barclays, il più importante nel Regno Unito. Anche in Italia, Creval subisce le pressioni di altre società bancarie su territorio nazionale, una di queste è proprio la Unicredit, la seconda in Italia e l’Intesa San Paolo. L’attività di Creval, come già detto si divide comunque in diversi settori: abbiamo il segmento mercato, la divisione specialized finance e il segmento production. Il primo si occupa di fornire servizi di investimento e prodotti di credito, il secondo di assicurazione e prestiti ai clienti, è la parte bancaria, la terza controlla lo sviluppo delle tecnologie informatiche, è la parte più tecnica.

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Creval

Il gruppo Creval non sarebbe sicuramente mai riuscito a diventare l’istituto bancario che si ritrova ad essere oggi , uno dei migliori in Italia e in Europa se non fosse stato per le simbiosi che questo gruppo è riuscito ad instaurare nel corso degli anni, andiamo quindi a vedere quali, secondo noi sono le partnership che hanno maggior bisogno di essere mostrate.

La partnershi tra la Creval e la Crédit Agricole è sicuramente la partnership maggiormente degna di nota. Instaurata tra le due banche il 24 luglio del 2018, dove i due si impegnavano a mantenere un accordo tra le parti di mantenere questo rapporto a lungo termine e di impegnarsi a sostenersi a vicenda nel campo assicurativo a vita, questo contratto sulle polizze prevede una partecipazione del francese CA per un 5%, inoltre in ambito di transazioni  CA avrebbe acquistato la totalità del capitale sociale di Global assicurazioni.

L’operazione è stata conclusa nel quarto trimestre 2018 e si possono già vedere delle ripercussioni sia sulla quotazione delle azioni Credito Valtellinese che su quelle Crédit Agricole. Bisognerà comunque attendere ancora alcuni mesi per osservare i benefici a lungo termine del partenariato. Quindi, ricapitolando, questa alleanza ha permesso alle due società di cooperare su tre settori principali: Per prima cosa una partnership esclusiva tra Crèdit Agricole e Creval nel campo delle assicurazioni a vita. In ambito transitivo la banca francese acquisirà a se il 5% del capitale sociale della Creval. Infine le due aziende potranno accordarsi sulla probabile scelta di nuovi campi d’azione in Italia che favoriranno un ulteriore crescita della CA. leggete qui se volete saperne di più sui bitcoin

 In base all’accordo, il Crédit Agricole ha quindi accesso alla rete di distribuzione di Creval nel settore dei prodotti di risparmio e di alcuni prodotti di previdenza per una durata massima di 15 anni. Crédit Agricole ha quindi preso parte ad un 5% delle attività totali di Creval, inoltre le due società si sono preventivamente messe d’accordo per estendere la collaborazione tra le due su altri settori finanziari che non riguardino quindi solamente le assicurazioni a vita. In tal caso Crédit Agricole potrebbe persino arrivare a possedere il 9,9% delle azioni Creval.

In sostanza vi consigliamo vivamente di acquistare azioni Creval perché questa società ha dimostrato di possedere delle buone qualità e una buona organizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *